E’ stata assolta in appello perché il fatto non sussiste dall’accusa di truffa Michela della Venezia, 47 anni di Monteroni. La Corte ha rigettato anche i motivi d’appello per il titolare dell’agenzia, Angelo Silvestri, 40 anni di Lecce.

Nulla da fare per un povero ultrasessantenne che, nel 2004, si era rivolto ad un’agenzia matrimoniale per trovare la donna della sua vita. Conosciuta la 47enne, le avrebbe fatto regali per circa 10mila euro, senza che questa, mai, si concedesse completamente.
La donna, assistita dall’avvocato Luigi Rella, che in primo grado era stata condannata a 7 mesi di carcere, all’epoca dei fatti contestati sarebbe arrivata anche a trasferirsi in casa della presunta vittima.
E lui le aveva promesso che avrebbe pagato tutti i suoi debiti, che ammontavano circa a 40mila euro, se solo fosse diventata la sua compagna. Me lei non ne volle sapere.
Oggi i giudici hanno escluso la truffa.
Il pensionato si era costituito parte civile con l’avvocato Vincenzo Carbone.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − 11 =