“Se l’interesse fosse reale, saremmo ben lieti di cominciare a pensare al futuro di Omfesa finalmente in maniera più positiva”. Così il vice presidente della Provincia di Lecce Simona Manca accoglie la notizia secondo cui una cordata anonima di imprenditori locali avrebbe manifestato interesse per l’acquisizione dell’Omfesa di Trepuzzi.

“Intanto sarebbe apprezzabile se, come pare, la cordata comprendesse imprenditori del territorio – dice ancora Simona Manca – disposti ad investire su un’azienda che, come ripetiamo da mesi, ha commesse per svariati milioni di euro e solo un problema di liquidità che serve a far partire l’attività produttiva. Sarebbe un segnale, peraltro, del fatto che lo stesso territorio ha compreso le potenzialità di un’azienda che resta l’unica nel suo genere in tutto il Mezzogiorno. Mi auguro che si tratti di un’iniziativa imprenditoriale seria, che consenta di poter disporre dei capitali necessari anche in tempi relativamente ristretti, ma soprattutto che permetta di salvaguardare il patrimonio di know-how esistente ed i livelli occupazionali. Sono i lavoratori, infatti, coloro che sin qui hanno pagato un prezzo devastante da questa situazione e dall’inerzia di chi, come diverse banche, ha omesso di svolgere il proprio ruolo. Non conosciamo gli aspetti e i tempi della trattativa, ma naturalmente è necessario che emergano riscontri e certezze sull’identità di questi imprenditori e sulla consistenza della loro offerta. In questo momento, davvero, la cosa più urgente – conclude – è regalare un po’ di speranza e di serenità alle famiglie dei lavoratori”.