Nuova scarcerazione nell’ambito dell’operazione “The Town” dopo quella di Alberto Vincenti. Il Riesame ha disposto gli arresti domiciliari anche per Vito Gravante, 33enne di Ruffano, accusato di associazione per delinquere, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Il giovane era difeso dagli avvocati Silvio Caroli e Vincenzo Del Prete. Sempre il Tribunale per la Libertà aveva scarcerato Alberto Vincenti, 21enne di Ruffano, assistito dall’avvocato difensore Roberto Bray. Nella rete dei militari, il 12 gennaio scorso, finirono nove persone con le accuse, a vario titolo,  di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine e al traffico di stupefacenti. Gli indagati, secondo l’accusa, farebbero parte di un’organizzazione operante nel centro e basso Salento, in particolare a Ruffano. Tre degli arrestati sarebbero gli autori di una tentata rapina nell’ufficio postale di Carpignano Salentino dello scorso 2 aprile.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 1 =