È finito in cella il presunto aggressore di Giovanni Greco, operaio di Copertino, picchiato a sangue in  via Verdi nel centro storico di Copertino, il 27 ottobre scorso, intorno alla mezzanotte.

Protagonista dell’aggressione sarebbe Albano Cosimo Davide, 50enne copertinese, ex appartenente alla S.C.U. arrestato dai Carabinieri della Tenenza di Copertino su esecuzione di Ordine di carcerazione della Procura della repubblica – sezione dei giudici per le indagini preliminari del tribunale di Lecce. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, il 50enne citofonava senza motivo alcuno a Greco, che svegliato nel cuore della notte, si affacciava sulla strada invitava il 50enne ad abbassare il tono della voce vista l’ora notturna. Sarebbe iniziato, così, un diverbio, sfociato poi in una lite violenta, con Greco colpito ripetutamente con pugni in pieno volto provocandogli varie fratture al viso, al setto nasale, allo zigomo destro compromettendo seriamente la funzionalità dell’ occhio destro. A seguito dell’episodio i Carabinieri della locale Tenenza intervenivano deferendo all’ A.G. l’Albano, resosi nel frattempo irreperibile, ed iniziavano attività di indagine  che hanno portato all’arresto.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − 8 =