“Attingendo a fondi comunitari, siamo riusciti a reperire nuove risorse per finanziare interventi di potenziamento delle strutture di Protezione civile in altri 12 comuni della Puglia”.

Lo ha comunicato l’Assessore regionale alla Protezione civile, Fabiano Amati.

“Dopo aver ripartito nell’ottobre scorso 9 milioni di euro a 140 comuni pugliesi – ha spiegato – per il potenziamento della rete comunale di Protezione civile, destineremo l’ulteriore somma di € 830.846,13 ad altri 12 comuni regionali delle Province di Lecce, Foggia e Brindisi per lo stesso scopo.
Seguendo gli stessi criteri che hanno guidato le modalità di riparto ai primi 140 comuni, anche in questo caso ciascuna amministrazione sarà beneficiaria di una somma non superiore ad € 70.000,00, da destinare ad interventi di redazione o aggiornamento del piano comunale di emergenza, l’allestimento dei Centri Operativi Comunali (COC) per la gestione territoriale delle emergenze e per l’acquisizione di automezzi e attrezzature prioritari e congruenti con i piani comunali di emergenza, per assicurare l’attività delle Strutture operative comunali e/o dei Gruppi Comunali.
“Sappiamo che ancora molti comuni sono purtroppo rimasti fuori dalle graduatorie di ammissione ai fondi ma speriamo si possano aggiungere le risorse che ancora mancano per riuscire a finanziare tutti. Intanto, siamo riusciti a compiere un ulteriore piccolo passo verso la costituzione di una rete a tutela della vita umana sempre più radicata ed organizzata in ogni angolo del territorio regionale, in grado di intersecare l’eroismo tipico degli uomini e volontari della Protezione civile agli strumenti e mezzi necessari ad operare sul campo in caso di emergenza”.

I 12 comuni finanziati oggi sono:

Per la Provincia di Lecce: Calimera, Nardò, Porto Cesareo, Sogliano Cavour, Specchia, Tuglie.

Per la Provincia di Foggia: Apricena, Cagnano Varano, Candela, San Marco in Lamis, San Paolo di Civitate.

Per la Provincia di Brindisi: Torre Santa Susanna.