Il “sì” più importante della nostra vita diventa anche economico. Ma come è possibile risparmiare? Naturalmente con lo sponsor! Sposarsi è diventato ormai un lusso che ben pochi possono permettersi ai giorni nostri ma una soluzione esiste e arriva direttamente dagli Stati Uniti: si chiama wedding sponsorship, un fenomeno sempre più diffuso anche in Europa e che approda proprio in questi giorni nel Salento.

Il trucco consiste nel trovare aziende e professionisti disposti a finanziare o ad offrire sconti in cambio di pubblicità sulla pagina Facebook o sul blog degli sposi. Infine, durante la cerimonia, un pannello riportante tutti i loghi e i marchi delle aziende partecipanti all’iniziativa verrà esposto in bella vista al fine di rendere la meritata visibilità a coloro che hanno reso possibile la realizzazione di un sogno.
La prima coppia italiana che pronuncerà il fatidico “sì con lo sponsor” viene da Porto Torres in Sardegna ma la moda ha preso piede velocemente e anche Lecce risponde con prontezza: Elena Marras, 29 anni di Oristano e Andrea Serino, 30 anni di Melendugno hanno aperto il blog del loro matrimonio (ilmiosiconlosponsor.blogspot.it) e la pagina Facebook (facebook.com/ilmiosiconlosponsor).
Il primo sostenitore si è già fatto avanti offrendo un considerevole sconto presso il proprio atelier di abiti da sposa, un timido inizio che però promette molto bene.
Andrea Serino è determinato nella sua scelta e non intendere pesare sulla propria famiglia: “Dopo due anni e mezzo di fidanzamento e due di convivenza, io ed Elena abbiamo deciso di pensare al matrimonio. Prima di tutto abbiamo cercato di farci un’idea verosimile dei costi da affrontare. Al giorno d’oggi, per arrivare a dire il sì davanti all’altare, festeggiare con amici e parenti e partire in viaggio di nozze ci vogliono tra i 20 e i 25 mila euro. Una cifra importante, che noi vorremmo sostenere senza pesare sui bilanci delle nostre famiglie. La strada migliore per risparmiare, seguendo l’esempio di tante altre coppie in Italia, ci è sembrata quella di ottenere sconti e omaggi dalle società, dalle aziende e dai professionisti ai quali ci rivolgeremo per il nostro matrimonio, in cambio di un po’ di pubblicità”. E se l’iniziativa dovesse prendere una brutta piega, Elena e Andrea coroneranno ugualmente il loro sogno, probabilmente con meno sfarzo ma con lo stesso entusiasmo che li vede oggi alla ricerca del matrimonio perfetto.
In tempo di crisi ci sono senza dubbio altre priorità e se una buona idea può rendere un buon servizio, allora ben vengano le foto di nozze con sfondo pubblicitario.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 1 =