Raid vandalico nel parcheggio della sede universitaria degli “Olivetani”, a Lecce, dove una banda di ladri ha forzato almeno una decina di auto, ripulendole dagli oggetti di valore che, studenti e docenti, avevano lasciato custoditi nell’abitacolo. Prima di fuggire, forse per non lasciare traccia, i malviventi hanno appiccato il fuoco ad una Punto.

Tutto è accaduto intorno alle 17, nel parcheggio all’interno dell’ex monastero degli “Olivetani”, a ridosso del cimitero comunale, quando le fiamme hanno avvolto una Fiat Punto bianca. Le fiamme sono state spente tempestivamente dai vigili del fuoco, che hanno poi richiesto l’intervento della polizia: l’incendio, infatti, sarebbe di natura dolosa. Non è escluso, tuttavia, che sia stato provocato da un corto circuito, innescato da qualcuno mentre tentava di avviare l’auto, probabilmente con lo scopo di rubarla. Ma è una volta ultimate le operazioni di spegnimento che è avvenuta l’altra scoperta: le portiere di altre auto, almeno una decina, erano state forzate con uno spadino e gli abitacoli “ripuliti”. La zona è sprovvista di telecamere di videosorveglianza.
Le indagini sono affidate agli agenti della sezione Volanti.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × cinque =