I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno sequestrato 130 Kg di prodotti alimentari scaduti, già confezionati ed esposti per la vendita, tra cui salumi, porchetta, carne affumicata, cioccolata, biscotti, vanillina, caffè, spezie aromatiche, tè, bevande, salse, farina ecc….

L’intervento, finalizzato al riscontro del rispetto delle norme fissate in materia di sicurezza prodotti e tutela del made in Italy, rappresenta un importante controllo a tutela della salute pubblica. In particolare, il controllo è stato eseguito in un esercizio commerciale del settore alimentare ubicato nel comune di Casarano. Dopo i primi riscontri documentali, le Fiamme Gialle hanno controllato la merce posta in vendita, riscontrando evidenti carenze per ciò che riguarda le indicazioni di scadenza che, per legge, devono accompagnare i prodotti posti in vendita: in particolare, sono stati rinvenuti cibi ed alimenti preconfezionati recanti la data di scadenza trascorsa, oppure senza l’esposizione sulle confezioni, in lingua italiana, delle relative indicazioni concernenti la composizione del prodotto, la qualità dello stesso, la provenienza, ecc… . Le operazioni condotte dalle Fiamme Gialle, inserite in un contesto di sistematico controllo economico del territorio teso a garantire la salute dei consumatori, hanno permesso di ritirare e porre sotto sequestro amministrativo quasi.

Attese le violazioni riscontrate, unitamente al sequestro della merce detenuta per la vendita in negozio, sono stati immediatamente contestati al legale rappresentante della società, una donna quarantatreenne del posto, gli illeciti amministrativi con l’applicazione delle sanzioni pecuniarie previste e sono stati informati i competenti uffici dell’Azienda Sanitaria Locale e della Regione Puglia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 1 =