L’ampio territorio comunale di Vernole era costellato da numerose masserie fortificate, che nei secoli hanno costituito nuclei produttivi autonomi e svolto la funzione vedetta , allarme e difesa dell’entroterra  dalle frequenti incursioni sul territorio che venivano dal mare; esse comunicavano tra loro attraverso una fitta rete di strade interpoderali.

Al fine di tutelare tale patrimonio stradale, integrandolo con la viabilità maggiore, l’Amministrazione ha ritenuto di avanzare alla Regione Puglia istanza di finanziamento per interventi previsti da uno specifico  Bando comunitario volto a migliorare la viabilità rurale e, nel  dettaglio, quella di raccordo tra le strade interpoderali e le altre vie comunali e provinciali che le intersecano.
La Regione Puglia, in accoglimento dell’istanza del Comune di Vernole, ha finanziato l’intervento e, con regolare gara d’appalto, sono stati dunque assegnati – la scorsa settimana -i lavori per complessivi 407.000,00= Euro alla ditta vincitrice il bando pubblico.
Tali vie  verranno messe in sicurezza; l’intervento consentirà inoltre l’utilizzo della rete rurale da ciclisti che volessero gustare le peculiarità del paesaggio vernolese.
Gli interventi riguardano alcune strade all’interno del Demanio di Vanze, la via Vanze – Termolito – Campone, la congiungente fra la masseria Coviello e la vecchia via Melendugno, la via che da Acaya conduce ad Acquarica fronteggiando la Masseria Copertini, nonché altri interventi di minore rilievo.
I lavori inizieranno nei prossimi giorni.