Dario StefànoRiconosciuta da Ministero delle Politiche Agricole e Forestali l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi che hanno arrecato gravi danni all’agricoltura e all’agroalimentare pugliese. In particolare saranno attivati dal Ministero gli interventi compensativi – ex Fondo di Solidarietà nazionale – a beneficio delle imprese agricole che hanno subito gravi danni alle produzioni a causa della pesante siccità che si è abbattuta su tutte le provincie pugliesi nel periodo dal 1° marzo 2012 al 31 agosto 2012

“La prolungata siccità dell’estate 2012 – dice il Presidente della Coldiretti Puglia, Pietro Salcuni –  ha letteralmente vanificato gli investimenti avviati per l’annata agraria di ortaggi e frutta e colpendo duramente il comparto zootecnico. Determinanti il pressing dell’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Dario Stefàno, e del lavoro svolto dal Direttore d’Area, Gabriele Pagliardini, per dare seguito alla emissione del decreto di declaratoria per la delimitazione dell’intero territorio regionale colpito dagli eventi calamitosi”.

“Non appena il Decreto sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale – continua il Direttore della Coldiretti Puglia, Antonio De Concilio – le imprese agricole potranno rivolgersi agli uffici della Coldiretti per la modulistica utile alla richiesta d’indennizzo. La siccità 2012, oltre a determinare una forte ridimensionamento delle riserve idriche negli invasi e a provocare un forte abbattimento del reddito delle imprese agricole ha determinato un’elevata perdita di economia indotta, con una diminuzione secca delle giornate lavorative offerte dall’agricoltura, ma anche una decisa contrazione della spesa a monte e a valle del settore primario”.

CONDIVIDI