Con l’inizio del 2013, il consueto appuntamento con i dati della Polizia Stradale relativi allo scorso anno. Nel corso del 2012, sono state impiegate sul territorio più di 1300 pattuglie che hanno effettuato, grazie anche all’impiego di telelaser ed autovelox, circa 120 servizi.

Secondo i dati fornitici dal Comando della Polizia Stradale, sono stati sottoposti ad etilometro e precursori 6320 automobilisti, emettendo 7630 verbali di infrazione al Codice della Strada, la maggior parte dei quali elevati per eccesso di velocità, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.
Numerose le patenti ritirate, 384, e le carte di circolazione, 172; sono stati sottoposti a sequestro numerosi veicoli e denunciate 237 persone a vario titolo, di cui 115 per frodi assicurative.
Ad ogni modo, il bilancio, secondo il comunicato, appare positivo. A fronte dei dati pervenutici riguardo il numero totale degli incidenti stradali sul nostro territorio, si assisterebbe ad un trend decrescente pari addirittura al 70% complessivo.
Certo è che i numerosi incidenti verificatisi nei giorni scorsi sulle nostre strade ci obbligano a porre l’accento sulla questione della “necessità sempre attuale di focalizzare l’attenzione sulla diffusione della cultura della sicurezza stradale”. In questo senso, la Polizia Stradale ha svolto lo scorso anno un’azione intensissima di educazione e prevenzione, operandosi nella realizzazione di diversi progetti – che si protrarranno o verranno riproposti nel corso del 2013 – rivolti prevalentemente ai giovani studenti di alcuni istituti scolastici del Salento. Il fine è quello di ampliare la conoscenza e sensibilizzare alla condivisione dei valori relativi alla sicurezza stradale e al rispetto della vita.
Numerosi sono stati, inoltre, i servizi di prevenzione e controllo sulle principali arterie stradali extraurbane del territorio salentino, volte a ridurre l’incidentalità, nonché la mortalità sulle nostre strade. Ma soprattutto, sono state messe in atto campagne per sollecitare quei modelli comportamentali connessi alla guida corretta e al disincentivo all’abuso di alcool e di altre sostanze che alterano lo stato psicofisico.
Dopotutto di questo si tratta: acquisire comportamenti di guida corretti, rispettare il codice della strada, applicare sempre la massima prudenza, al fine di garantire la sicurezza propria e degli altri utenti della strada.
La Sezione di Polizia Stradale di Lecce, infine, è stata protagonista, d’intesa con la Fondazione ANIA ed il SILB, della nona edizione della campagna nazionale per la sicurezza stradale denominata “Guido con Prudenza”, effettuando servizi mirati, in particolare, durante la stagione estiva, periodo in cui si assiste ad un notevole aumento del traffico verso le principali località balneari del nostro territorio.
Il messaggio è chiaro: è necessario che non venga mai abbassata la guardia sulla questione sicurezza stradale e questo può avvenire solo grazie alla diffusione di queste semplici, elementari e, pur tuttavia, costantemente disattese, regole.

Federica Nastasia

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × tre =