E’ stato presentato questa mattina, nell’aula consiliare di Palazzo dei Celestini,  il progetto “Facciamoci trasportare dall’efficienza”, promosso  dall’associazione giovanile culturale “Carpe Diem” e sviluppato in collaborazione con gli amministratori e i dirigenti provinciali.

Il progetto è stato illustrato e spiegato dal presidente della Provincia, Antonio Gabellone, dall’assessore provinciale ai Trasporti e alla Mobilità Bruno Ciccarese e dal consigliere delegato alla Pubblica istruzione, Antonio Del Vino, oltre naturalmente al giovane  presidente di “Carpe Diem” Giorgio Pala. Oltre a loro erano presenti anche i dieci rappresentanti dell’Associazione eletti in diversi licei del capoluogo salentino, i dirigenti di “Carpe Diem” e i cinque membri del Comitato giovanile sui trasporti.

“Facciamoci trasportare dall’efficienza” è stato sviluppato in diversi mesi e consiste in un maxi sondaggio realizzato per individuare ed indicizzare criticità e problemi ai quali vanno incontro frequentemente gli studenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblici per raggiungere gli istituti scolastici che frequentano. Il progetto, che ora si trova nella sua primissima fase, interesserà attualmente il solo comune di Lecce, ma ragazzi ed Amministrazione sperano in un riscontro positivo per poter estenderlo, in seguito, a tutto il territorio provinciale, se non anche regionale.

Entro la fine di gennaio, oltre 20mila moduli saranno distribuiti in tutti gli istituti superiori di Lecce, dai rappresentanti di Carpe Diem e dal neonato comitato studentesco per i trasporti. Il questionario, breve e conciso, consiste in poche domande cui rispondere. Conclusa questa prima parte, i dati raccolti verranno prima analizzati e poi trasferiti agli organi competenti dell’amministrazione provinciale, che provvederà ad istituire degli interventi per i settori di sua competenza.
Questo progetto rappresenta una grande opportunità per gli studenti pendolari di esporre in modo costruttivo sia i problemi che le buone pratiche del trasporto su gomma.

“E’ un’iniziativa in cui l’Amministrazione provinciale crede molto – ha sottolineato il presidente Gabellone – perché va nella direzione del miglioramento generale del sistema del trasporto pubblico provinciale a cui puntiamo dall’inizio. A questo proposito, va ricordato che abbiamo risanato la nostra società di trasporto Stp, società partecipata nella quale, tra l’altro, abbiamo scelto di restare, a differenza di altri soci come la Regione Puglia che hanno lasciato le loro partecipazioniIl nostro obiettivo è adeguare i servizi offerti sul territorio alle reali esigenze dei cittadini che, sempre di più, a causa della crisi, utilizzano i mezzi pubblici”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 13 =