Con provvedimento del 24 gennaio 2013, la Direzione dei Lavori ha disposto l’immediata ripresa del cantiere di Acaya relativo al recupero, rifunzionalizzazione, valorizzazione e fruizione della Piazza D’Armi e degli edifici pertinenziali della cittadella fortificata.
Detti lavori, iniziati nel 2011, erano stati sospesi per carenza di liquidità economica,

determinata da intoppi di carattere amministrativo e finanziario, che hanno ritardato la disponibilità delle somme necessarie a liquidare l’impresa esecutrice; la situazione di stallo si è definita lo scorso mese di dicembre, quando la Regione Puglia ha trasferito al Comune di Vernole le somme precedentemente assegnate.
Verranno così completati i lavori di rifacimento del basolato in Piazza D’Armi e nei vicoli adiacenti. L’intervento prevede inoltre, la salvaguardia e la fruizione di alcune delle numerose fosse granarie, testimonianza di come la città fortificata era attrezzata ad affrontare lunghi periodi di assedio. Proseguiranno, inoltre, anche i lavori all’interno dell’ex  edificio scolastico  destinato a centro di sviluppo di servizi multimediali a finalità didattica, promozione e conoscitiva, con l’obiettivo di tutelare l’identità culturale e dei saperi locali, soprattutto in funzione dell’incontro e della integrazione fra i cittadini del territorio di Acaya e quelli provenienti da differenti aree. 
“La speranza e l’impegno dell’Amministrazione Comunale – ha affermato il Sindaco Mario Mangione – è quella di concludere nei prossimi 120 giorni tali importanti lavori per ridare ai cittadini di Acaya e del comprensorio Vernolese, nonché ai tanti cultori della storia e  dell’architettura locale, la viva testimonianza della peculiarità di Acaya e dell’ingegno del suo ideatore Gian Giacomo”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 − tre =