Si è conclusa la sesta udienza del processo in corso davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Brindisi per l’attentato esplosivo in cui il 19 maggio dell’anno scorso venne uccisa, davanti alla scuola ‘Morvillo-Falcone’ la studentessa 16enne Melissa Bassi e altre 9 ragazze rimasero gravemente ferite.

La prossima seduta si terra’ domani quando sono previste le deposizioni dell’ex dirigente della Squadra mobile della Questura di Brindisi, Francesco Barnaba, del dirigente della Digos Vincenzo Zingaro, del comandante dei Ros dei carabinieri di Lecce Paolo Vincenzoni e del comandante del reparto operativo del Comando provinciale dei carabinieri Alessandro Colella. Sempre domani potrebbe deporre anche Cosimo Parato, la vittima del primo attentato confessato dall’unico imputato, Giovanni Vantaggiato, risalente al 2008. Oggi era assente per le conseguenze delle ferite riportate in quella occasione, cosi’ come ha riferito alla Corte il suo difensore, l’avvocato Raffaele Missere. Quest’ultimo ha detto che, se dovesse essere in condizioni fisiche accettabili, potrebbe presentarsi. Altrimenti, come ha preannunciato il presidente della Corte, Domenico Cucchiara, potrebbe deporre in una delle udienze di marzo. In quel mese le sedute del processo si terranno ogni giovedi’. Un’altra udienza e’ stata programmata anche per il 28 febbraio. La Procura ha gia’ chiesto qualche settimana fa l’esame dell’imputato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 1 =