Aveva edificato un immobile, adibito a civile abitazione di 140 mq ed un locale retrostante di 42 mq in località “Cicirizzo” a Nardò, in assenza di permesso di costruire.

Il proprietario, F. G. 64enne di Nardò, titolare di un’azienda agricola, nonostante l’intimazione a demolire emessa dal Settore Vigilanza del Comune di Nardò, non ha però ottemperato, proponendo ricorso al TAR di Lecce, risultando poi soccombente.
Per tale ragione, gli agenti del Commissariato di Nardò come disposto dalla Procura della Repubblica di Lecce ha eseguito un’Ordinanza che prevede la detenzione domiciliare a carico del 64enne per mesi 1 e giorni 10 nonché l’ammenda di 6.000 Euro.
Con lo stesso provvedimento è stato disposto che l’immobile abusivo potrà essere acquistato al patrimonio del Comune di Nardò e qualora il Comune non dovesse procedere all’acquisizione, resterà a disposizione della Procura della repubblica di Lecce per la successiva demolizione.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.