“Nessuna squadra può competere con il Lecce”. Le prime parole di Dario D’Ambrosio da giocatore del Lecce sono state un inno di sfida al campionato che sta vedendo i salentini in difficolta da oltre due mesi.

Il nuovo acquisto ha inoltre asserito: “tutti conoscono il grande potenziale del Lecce e ogni avversario è consapevole di dover affrontarci con grande grinta . Il 4-2-4 del mister per me è inedito e spero possa regalare spettacolo e risultati”.

Le dichiarazioni di D’ambrosio hanno prestato il fianco a quelle di Ousmane Dramè: “in carriera ho segnato solo una volta, ma il primo anno a Padova mi è servito per ambientarmi. Alla domanda inerente ai recidivi episodi di razzismo, tra cui quello di Busto Arsizio che ha visto vittima il milanista Boateng, il giocatore ha preferito mitigare sull’accaduto: “dipende dal carattere di ognuno di noi. La reazione di Boateng ci può stare, ma io preferisco mantenere la calma e continuare a giocare. Sono successi anche al sottoscritto episodi di questo tipo e ho preferito sempre ignorare. Quando ho saputo che mi cercava il Lecce ho accettato con entusiasmo nonostante il passaggio dalla serie B alla Lega Pro. Solo per una piazza così importante sarei stato disposto a fare tale sacrificio e sono felice della mia scelta”.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.