“L’obiettivo è l’allungamento della stagionalità”. E’ questo il motto del progetto europeo “Live your tour” presentato questa mattina a Palazzo dei Celestini dall’assessore allo sviluppo e marketing territoriale Francesco Pacella e dalle delegazioni spagnole, libanesi e tunisine.

Un progetto infatti, che coinvolge tutto il bacino del Mediterraneo, al fine di organizzare una rete di interventi e una serie di iniziative correlate per “rendere commerciali anche tutte le altre ricchezze del nostro territorio che i turisti non conoscono”.
Non a caso la Provincia di Lecce ha in programma campus estivi, campagne di sensibilizzazione ma anche vere e proprie iniziative turistiche nella zona di Torre Guaceto, oasi importantissima e di grande impatto che però passa inosservata nel panorama europeo.
Favorire quindi la destagionalizzazione, lo sviluppo di aree geografiche marginali e la valorizzazione delle culture locali sono i propositi di questo progetto così importante che vedrà nei prossimi mesi un lungo lavoro di realizzazione.
Il progetto è finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Europea CBC ENPI – Bacino del Mediterraneo (European Neighbourhood and Partnership Instrument) con un budget complessivo di oltre 4 milioni 960 mila euro.
La Provincia non è che uno dei partner di questa iniziativa che vede come capofila Ricerca e Cooperazione ONG, con sede a Roma e come compagni di percorso l’Associazione no profit per la solidarietà internazionale con sede in Andalusia (Spagna), il Consorzio Parco Dune Costiere (Puglia), il Consorzio Parco Torre Guaceto (Puglia), l’Associazione di Studi di management americana ONG in Tunisia (Tunisia), l’Unione di Municipalità di Baalbeck (Libano), la Federazione di Municipalità Chouf Es Souayjani (Libano).
“La Provincia è orgogliosa per il coinvolgimento, soprattutto dopo aver appreso la notizia che il Salento risulta essere al primo posto come destinazione turistica. Siamo convinti che la nostra esperienza verrà messa a disposizione per portare avanti questo progetto che è un’opportunità per tutti i territori coinvolti perché mira a creare una rete con l’obiettivo di destagionalizzare e mettere in risalto le peculiarità di tutti i luoghi interessati.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − undici =