E’ la sua prima fatica letteraria ma se il buon giorno si vede dal mattino allora Carlotta Lezzi può guardare con fiducia al proprio futuro da poetessa. Lunedì prossimo, presso la libreria Feltrinelli di Lecce, in via Cavallotti, verrà presentata la sua raccolta di poesie “E’ del forte l’ascolto”

, edito da Lupo Editore in un incontro che verrà presentato dal giudice Salvatore Cosentino. Scrivere nell’era post moderna poesie (23 quelle contenute nella raccolta) con lo spirito di un poeta classico. Carlotta Lezzi spazia nella sua prosa con riferimenti agli affetti di tutti i giorni, come nella bella poesia “A mio padre”, ad un omaggio alla donna, “luminosa e fulgida di vita”, a poesie come “De Profundis” e “Prometeo” in cui traspare tutta la passione della giovane poetessa per la filologia classica con uno stile che riporta il lettore ai tempi del Dolce Stil Novo, il tutto sapientemente miscelato con una ritmica musicale e una vena malinconica e nostalgica che i testi, a volte, trasmettono. C’è, però, anche uno sguardo al “Futuro”, titolo di una poesia in cui la giovane scrittrice scrive: “E del dolore che ancora mi attraversa le vene cosa narrare. Così sarà”. Carlotta Lezzi nasce a Lecce nel 1980. Intraprende studi classici, con particolare interesse per la filologia greca e il teatro antico. Vive tra Pisa e Lecce. All’età di 7 anni incontra la poesia di Lorca, che la spinge per la prima volta alla scrittura. Diverranno, col tempo, ragioni per continuare il suo percorso, il linguaggio ricercato di Claudia Ruggeri, l’uso delle figure retoriche di Giovanni Giudici e lo stoicismo etico di Eugenio Montale. Nel 2008 la sua lirica “Sei”, viene incisa sulla terrazza di Giulietta e Romeo a Verona; nel 2011 la sua lirica “Tu” viene inclusa nell’antologia “Diffusione Autore” a cura della GDS edizioni; nello stesso anno ha luogo la performance di poesia visiva con la lirica “De Profundis (Abissi mei)”, sul quadro “Danae”, con una grafia riproducente  l’elettroencefalogramma, ad indicare una vita presente ed assente al tempo stesso.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 − 3 =