Senza sosta la lotta alla droga dei Carabinieri della Compagnia di Tricase, che nella giornata di ieri hanno effettuato una serie di controlli in tutto il territorio di competenza.

Nel corso del servizio i militari della Stazione Carabinieri di Corsano, in stretta collaborazione con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina Sergio Maniscalco, 52enne commerciante di Tiggiano. L’uomo, proprietario di un supermercato, già in passato era stato tenuto sotto stretta osservazione da parte dei Carabinieri della Stazione di Corsano i quali erano venuti a sapere che era molto attivo nello spaccio di stupefacenti. Anche negli ultimi giorni vari erano stati i servizi di osservazione del commerciante posti in essere dai militari. Ieri i Carabinieri si sono presentati nel supermercato ed hanno sottoposto a perquisizione sia il titolare che lo stesso esercizio commerciale. Addosso a Maniscalco sono stati trovati oltre otto grammi di cocaina, un bilancino elettronico e 330,00 € in contanti mentre, nel retro del negozio sono stati rinvenuti dei sacchetti di plastica tagliati dai quali erano stati ricavati gli involucri per confezionare le singole dosi di cocaina. Estesa la perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, anche li sono stati rinvenuti materiali per il confezionamento delle dosi oltre ad altra mannite ed un secondo bilancino elettronico di precisione. Portato in caserma l’uomo veniva dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina e, sentito il parere del PM di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dr.ssa Francesca Miglietta, tradotto presso la sua abitazione agli arresti domiciliari.

A Montesano Salentino, invece, i militari della Stazione Carabinieri di Specchia hanno fermato un’autovettura Alfa Romeo 147 con a bordo due giovani, F.T., 25enne e S.C., 30enne, entrambi di Alessano. Il palese nervosismo dimostrato dai due ha fatto capire immediatamente ai Carabinieri della Stazione di Specchia che qualcosa non quadrava. Controllati minuziosamente gli occupanti dell’autovettura e lo stesso mezzo di trasporto, i militari hanno rinvenuto 30 grammi di hashish di cui 26, suddivisi in sette dosi, addosso a F.T. e 4, suddivisi in tre dosi, addosso a S.C.. L’attività di polizia giudiziaria è stata quindi estesa alle abitazioni degli interessati e si è conclusa con il rinvenimento a casa di F.T. di altre quattro dosi di hashish per un peso complessivo di quasi cinque grammi mentre a casa di S.C. è stato rinvenuto un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e una dose di hashish del peso di circa un grammo. Entrambi i giovani sono stati segnalati all’Autorità Amministrativa per uso a scopo non terapeutico di sostanze stupefacenti e F.T. è stato anche denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

A Castro, infine, i militari della Stazione Carabinieri di Spongano hanno rinvenuto, in un’area isolata solitamente frequentata da spacciatori e consumatori di sostanze stupefacenti, due involucri di cellophane accuratamente occultati fra le pietre di un muro a secco. L’ispezione dei due involucri ha permesso di accertare che gli stessi erano pieni di sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso complessivo di poco inferiore al chilo. Lo stupefacente è stato sequestrato e le indagini procedono alacremente per individuare il proprietario o i proprietari della marijuana.