Foto di Alessio SpagnoloIn tre, tutti col volto parzialmente coperto, hanno fatto irruzione nella stanza del B&B in cui alloggiava da giorni e, dopo averla minacciata con un bastone in ferro e spintonata, l’hanno rapinata portandole via oltre 2mila euro ed i telefoni cellulari. Per lei, una ragazza straniera, sulla ventina, sono stati interminabili minuti di terrore, in balìa dei tre malviventi.

Tutto è accaduto intorno a mezzogiorno, quando i tre si sono presentati davanti alla porta d’ingresso del Bed & Breakfast “Agli Archi”, in via Paisiello, a Lecce. Uno di loro ha bussato alla porta, ma quando la giovane ha aperto l’uscio i tre malviventi sono entrati di forza in casa. Per la giovane è stato l’inizio di un incubo: i tre, con modi violenti, le hanno intimato di consegnare loro i soldi ed i due telefoni cellulari.
Per essere più convincenti, i malviventi hanno estratto un bastone in ferro retrattile, col quale hanno minacciato la giovane che, terrorizzata, non ha potuto fare altro che assecondare le richieste dei banditi. Tutti e tre avevano il volto parzialmente coperto e si sarebbero espressi in italiano, ma non è escluso che gli autori possano essere cittadini stranieri.
La zona, dopo l’allarme, è stata raggiunta dagli agenti di polizia delle Volanti e da un’ambulanza del 118 del Vito Fazzi di Lecce. I poliziotti hanno ascoltato la testimonianza della vittima e, sulla base della descrizione dei malviventi fornita loro dalla ragazza, hanno poi avviato le indagini e le ricerche dei tre banditi, dileguatisi a piedi.
Il personale medico a bordo dell’ambulanza, invece, ha prestato soccorso alla 20enne, visibilmente turbata per quanto le era accaduto. La donna non ha riportato ferite, ma solo un forte stato di shock ed ha rifiutato le cure mediche.

 

CONDIVIDI