Pure l’aria, inevitabilmente, sembra avere del surrealismo, oltrepassata la soglia della Galleria Maccagnani in Corso Vittorio Emanuele, a Lecce, sede della Società Operaia. Un Luogo nel quale storia e suggestione si fondono e che in questi giorni fa da cornice alla Collettiva di arte e poesia contemporanea “SilenziosInganni… sugli orizzonti di Paul Delvaux e Anais Nin”, ideata e curata da Pompea Vergaro, critico d’arte, ed Elisabetta Opasich. La Rassegna è stata inaugurata lo scorso 21 febbraio 2013

in una serata alla quale erano presenti molti degli artisti partecipanti e un numeroso pubblico di appassionati, tra cui la gallerista Gianna Stomeo e la consigliera di Parità della Provincia di Lecce Alessia Ferreri, entrambe visibilmente emozionate.
Pompea Vergaro ha successivamente “iniziato un percorso”, presentando le opere esposte e gli artisti con il loro modo di fare Arte: Nicole Blau, Vanessa Denuccio, Annamaria Ferramosca, Salvatore Frisenda, Nella Mazzacane, Maddalena Moretti, Anna Flaviana Pagliara, Vincenzo Panzera, Grazia Maria Peluso, Mirella Raganato, Antonio Santoro e Antonella Tricarico hanno riscosso un notevole successo tra il pubblico e gli addetti ai lavori presenti alla Maccagnani. Molto apprezzati anche i poeti: Mimma Cava, Angela Greco, Eliana Lista, Antonio Morleo, Francesca Perrone, Maurizio Perrone, Pamela Pinto e Daniele Torreggiani, i cui versi sono stati sistemati in perfetta armonia con la pittura, la scultura e la fotografia degli altri partecipanti.
Particolarmente suggestiva è stata l’installazione di una cornice vuota, “a rappresentare uno specchio virtuale”, ha spiegato Vergaro, con due splendide modelle vestite e truccate in maniera differente che sostavano ognuna al di là della cornice, come se l’immagine di una fosse il riflesso dell’altra. Pompea Vergaro ha poi lasciato spazio alla Musica, “fedele compagna dell’Arte e della Poesia”, con il concerto Jazz condotto dalla cantante Serena Spedicato e da Mauro Tre, al piano. Alle dolci note degli artisti è seguito il brindisi e un buffet che ha allietato gli ospiti fino a tarda sera.
Nella serata di venerdì, 22 febbraio, Pompea Vergaro ha presentato Maria Pina Solazzo, la coordinatrice del programma musicale del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce che sta collaborando attivamente alla Rassegna, secondo la quale quella di “SilenziosInganni” è per i giovani musicisti un’occasione per giocare con la propria emozione, mettendoli davanti al pubblico.
In seguito Elisabetta Opasich ha rivolto un ringraziamento a coloro che hanno collaborato alla realizzazione della Rassegna, dando il là alla Poesia, “che ci condurrà – ha detto – in questa nuova visione dell’arte surreale”. Pompea Vergaro è intervenuta nel ricordare come questa Mostra sia un incoraggiamento, in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo. Come il Surrealismo – ha aggiunto – lo è stato nel 1929, per poi dare la parola alla Poesia, “la vera protagonista della serata” ed Elisabetta Opasich ha così presentato al pubblico i poeti, alcuni dei quali giovanissimi, lasciando i loro versi all’interpretazione di Maurizio Mazzotta e Mirella Raganato.
Una serata davvero intensa quella di venerdì, alla Poesia è seguita la Musica con l’esibizione della violinista Carla De Fabrizio e di Luisa Carluccio al pianoforte.
“SilenziosInganni” è ritornato sabato mattina, in un incontro condotto dallo psicologo Maurizio Mazzotta sul tema “effetto d’aspettativa”. Attraverso metafore e aneddoti, Mazzotta ha illustrato questo particolare, quanto affascinante, aspetto delle relazioni umane, dando l’opportunità ai partecipanti di esporre le proprie esperienze e sensazioni a riguardo. La giornata è proseguita con l’appuntamento serale del clarinetto di Anna Romito e del piano di Francesco Scarafile.
Domenica, gli spazi della Maccagnani hanno ospitato il coro di voci bianche del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce “Sull’ali del canto”, diretto da Tina Patavia e con Francesca Mammana sempre al pianoforte. Il concerto serale di Raffaella Palumbo (clarinetto) e di Mara Caramia (pianoforte) ha poi chiuso il programma della settimana.
Ieri sera, alle 19.30, la Rassegna “SilenziosInganni” ha reso omaggio ad Adolphe Sax nel bicentenario della sua nascita – a lui si deve infatti l’invenzione del sax – con “Voci di Sax” che ha visto esibirsi il sassofonista Fulvio Palese ed il pianista Luigi Botrugno.
Nel corso della serata spazio anche alla Poesia con la presentazione del volume postumo di Erminio Giulio Caputo “Dieci Inediti”, edito da Artebaria. Pompea Vergaro ha incontrato la curatrice e traduttrice, nonché figlia dell’autore delle opere poetiche, Lidia Caputo.
Oggi, martedì 26 febbraio, “SilenziosInganni” vi dà appuntamento alle 19.30 con la presentazione e proiezione del cortometraggio “Cuore di mamma”, realizzato da Maurizio Mazzotta. Seguiranno i “Momenti romantici” di Attilio Igino Puglielli che eseguirà al pianoforte brani di Chopin e Rachmaninov.
Tante altre ancora, le emozioni che “SilenziosInganni” ci riserverà fino al 2 marzo 2013, quand’anche le atmosfere e le luci della Maccagnani si spegneranno… di ritorno alla realtà.

[widgetkit id=198]

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + due =