Sono circa 120 i lavoratori che resteranno senza impiego, ai quali si aggiunge il personale dell’indotto, dopo l’improvvisa decisione della società francese Club Med di abbandonare  il club di Otranto. 

Si dichiara indignata Loredana Capone, vicepresidente e assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, che in una nota specifica: “Non è pensabile che una società importante nel settore del turismo come Club Med abbandoni di punto in bianco Otranto a pochi mesi dall’inizio della stagione turistica”.

Una task force è stata convocata per domani, alle 12.30 nella sala riunioni della Presidenza della giunta regionale, perché Club Med se ne vada assumendosi tutte le responsabilità del caso.

A quanto detto, la proprietaria dell’Immobile Italia Turismo (controllata da Invitalia) non sarebbe stata informata della decisione.

“Tra l’altro – ha aggiunto la Capone – Italia Turismo proprio per la riqualificazione di quell’immobile ha usufruito di un contratto di programma regionale da 10milioni di euro. Non è ammissibile che, nonostante l’utilizzo di risorse pubbliche, si lascino in mezzo ad una strada i lavoratori e si privi il territorio di una struttura ricettiva di pregio”.

Sono stati convocati oltre ai componenti della task force regionale per l’occupazione anche il sindaco di Otranto, i rappresentanti della società regionale Puglia Sviluppo, di Invitalia, di Italia Turismo, il direttore generale di Club Med e i sindacati.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 4 =