Tempi duri per gli spacciatori salentini. Ben tre arresti sono avvenuti nella giornata di ieri, per reati connessi alla droga, a Corigliano d’Otranto, Ugento e Melendugno.

 

 

Detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti: è l’accusa che ha fatto scattare le manette per Mele Alessandro, barman 32enne di Corigliano d’Otranto. L’uomo, durante un controllo dei carabinieri di Maglie, all’interno del chiosco-bar di Piazza Vittoria, è stato trovato in possesso di 6,4 grammi di cocaina. Il 32enne ora si trova  agli arresti domiciliari.

Sempre con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio è scattato un altro arresto, questa volta ad Ugento. In manette è finito Torchetti Andrea, 39enne, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato trovato in possesso di undici dosi di “cocaina” per complessivi 4,8 grammi, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Anche per il 39enne sono scattati gli arresti domiciliari.

Mentre a Melendugno le manette sono scattate ai polsi di Ingrosso Maurizio, 38enne del luogo, perché in casa è stato trovato in possesso di 12 grammi di “cocaina”,  materiale per il confezionamento, un bilancino  e la somma di denaro di euro 1.195,00. Anche per Ingrosso sono scattati gli arresti domiciliari.
[widgetkit id=183]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 + 19 =