Per difendere il figlio finito sotto tiro di un aggressore viene colpito e spedito in ospedale con una vittima illustre: il consigliere comunale del Pdl ed ex assessore di Palazzo Carafa, Lucio Inguscio.

L’episodio risale a lunedì mattina, quando il politico si era recato presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Calasso” per prendere il figlio all’uscita da scuola. Il giovane, però, di 17 anni, era bersaglio di una violenta aggressione e il consigliere, a quel punto, è sceso dall’auto per cercare di bloccare il pestaggio. A quel punto, però, da dietro è spuntato un altro vandalo che ha colpito alla testa Inguscio per poi scappare.

Nel frattempo i due Inguscio sono stati colpiti con calci e pugni fino a quando il teppista non si è allontanato in macchina. Inguscio senior, però, è riuscito ad annotare il numero di targa e a far scattare gli accertamenti della polizia sfociati nella identificazione del giovane. Padre e figlio, invece, sono finiti in ospedale. Il minore, con una prognosi di oltre 20 giorni, il padre giudicato guaribili in una decina. Il figlio ha riportato la rottura del setto nasale. Indagini ancora in corso da parte della polizia per risalire all’identità del secondo aggressore.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove + sedici =