“Il presidente Vendola, che io rispetto, non ha nessun titolo per darmi nessuna lezione. Non e’ compito suo”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti a Taurisano. “Quest’anno abbiamo risolto problemi che il centrosinistra ed il centrodestra avevano lasciato marcire

 

-ha proseguito- e qualcuno e’ proprio nella regione del presidente Vendola, in questa magnifica regione”.

“Abbiamo dovuto fare in fretta grandi riforme che i partiti non avevano mai avuto il coraggio di fare, come la riforma delle pensioni. Alcuni problemi, naturalmente, rimangono, possono essere e devono essere risolti. Un conto e’ un anno di governo di emergenza, e con la catastrofe finanziaria imminente, e un conto e’ una legislatura di 5 anni che si deve affrontare con grande serieta’, ma sono 5 anni della speranza -ha concluso Monti- non un anno per evitare il baratro, come e’ stato quest’ultimo”.

Il presidente del Consiglio, Mario Monti, accompagnato dalla moglie, è giunto nel pomeriggio a Lecce dove ha incontrato in arcivescovado l’arcivescovo, mons.Domenico D’Ambrosio che, dopo un incontro privato, lo ha accompagnato in una visita al Duomo. ”Questo e’ uno dei luoghi piu’ belli d’Italia” ha detto poi Monti intrattenendosi brevemente con i giornalisti nella barocca piazza Duomo. Successivamente il presidente del Consiglio si e’ trattenuto in un bar vicino accompagnato dal sindaco, Paolo Perrone, e ha incontrato un gruppo di studenti universitari e di associazioni cittadine.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − quattordici =