Ogni artista che pratica Street Art ha le proprie motivazioni personali, che possono essere molto varie. Di fatto: “La Pupazza non è pazza”, infatti, dai tre decenni dalla comparsa del graffitismo urbano come fenomeno socio-culturale, ha ormai guadagnato, tramite le sue influenze sulle arti visive, una rilevanza unica sul panorama della creatività contemporanea.
I suoi disegni sono leggeri e si identificano

con un’espressione materica completamente dedita al colore che sviluppa con istintività e passione determinata infine da inconsuete applicazioni (Strass e pietre colorate). Il suo gusto Pop legato al mondo del fumetto e dei Manga giapponesi, fa emergere un’arte di potente gestualità di segni incisivi, dai tratti cromatici omogenei ed efficaci.
L’artista plasmando il colore e la materia, fissa i riflessi emotivi della sua personalità, coinvolgendo il segno nella sua ragione creativa. Con le sue stesure di spazi enigmatici, colme di profonde vibrazioni timbriche, ci propone scene del quotidiano e viaggi di un vissuto interiore verso “attese” della realtà, filtrando le pause mnemoniche con un originale linguaggio espressivo.
La Pupazza infatti ha una notevole capacità di trasformare la realtà a suo piacere, filtrando le emozioni positive attraverso l’Occhio che lascia come segno del suo passaggio in quasi tutte le sue opere.
“L’Occhio della Pupazza” filtra tutte le emozioni positive attratte dalla magia della sua creatività, esso infatti è come un filtro che mostra inequivocabilmente una trasfigurazione delle realtà attraverso il suo grande talento.
Fino al 14 Febbraio 2013 Mostra Personale di Eleonora De Giuseppe in arte “La Pupazza”
Galleria “Il Collezionista” via Rasella 132 (Metro Barberini)
Info: www.galleryart-ilcollezionista.it email: arte.gallery@tiscali.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 5 =