Servono ulteriori accertamenti per accertare le esatte cause del decesso di Fernando Pedone. L’autopsia non ha fugato tutti i dubbi e il medico legale Alberto Tortorella ha disposto nuove analisi da eseguirsi in laboratorio. Erano presenti anche un consulente per i familiari, la dottoressa Ilaria De Fabrizio

, mentre per le dieci persone iscritte sul registro degli indagati ha partecipato all’autopsia il medico legale Giancarlo Russo. Il personale sanitario in servizio presso l’ospedale di Scorrano è difeso dagli avvocati Paolo Maci, Angelo Salvatore Piscopiello e Angelo Pallara. Pedone venne visitato nella notte di venerdì scorso a casa da un’ambulanza medicalizzata ma il suo stato di salute venne liquidato con una semplice influenza. Le condizioni dell’uomo, però, si aggravarono con il passare delle ore e il successivo intervento del personale sanitario dispose il ricovero dell’uomo finito nel reparto di rianimazione. Nella notte tra sabato e domenica, poi, sopraggiunse il decesso dell’uomo.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.