Si è svolto in giornata l’incidente probatorio sull’omicidio di Mario Manco, il 73enne di Melissano, ucciso nello scorso mese di luglio dalla moglie albanese. Lo psichiatra Domenico Suma ha accertato una parziale capacità di intendere e di volere della donna, Mehmeti Fitnet

, una donna 62enne di nazionalità albanese, originaria di Tirana dinanzi al gip Cinzia Vergine e al sostituto procuratore Roberta Licci. L’efferato omicidio, che scosse l’intera comunità di Melissano, risale al 21 luglio scorso e si verificò tra le pareti domestiche dell’abitazione della coppia, in via Arrigo Boito, al civico 78, alla periferia del paese. L’anziano, accertarono le indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce, venne ferito con cinque coltellate, quella letale, secondo gli esiti dell’autopsia eseguita dal medico legale Roberto Vaglio, inferta al torace.