Aveva venduto online un modernissimo iPad 3, ma all’acquirente ha spedito… un vecchio videoregistratore, tra l’altro scassato: un vero e proprio “pacco”. Il truffatore, tuttavia, non l’ha fatta franca ed è stato denunciato: si tratta di un uomo, residente a Galatone.

Il protagonista è un 40enne, A.V. le sue iniziali, denunciato nei giorni scorsi per tentata truffa e, come accertato dagli agenti del commissariato di Rovereto, in provincia di Trento, ai quali il malcapitato acquirente (un ragazzo del posto) si era rivolto per ottenere giustizia, in passato aveva collezionato altre denunce. Mesi fa, infatti, aveva rifilato un aspirapolvere al posto di altro materiale elettronico, venduto alla cifra di 500 euro.
La truffa risale ai primi di dicembre, ma l’epilogo della storia si è avuto solo qualche giorno fa. L’acquirente, un ragazzo trentino, navigando su Internet aveva puntato gli occhi su un modernissimo iPad 3, messo in vendita al costo di 400 euro, anziché 600. Il prezzo conveniente ha così ha spinto il giovane a contattare il venditore ed a perfezionare la trattativa, concordando il pagamento in contrassegno col corriere.
Una settimana fa, quel pacco è arrivato al destinatario. Ma, quando l’ha aperto, al posto del nuovo tablet, vi era un videoregistratore, vecchio ed anche rotto. L’acquirente truffato non ha perso dempo ed ha contattato gli agenti di polizia, che, in poco tempo, hanno permesso di recuperare l’importo oggetto del versamento, prima che giungesse al venditore, e di risalire al 40enne di Galatone, per il quale è scattata la denuncia.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + diciannove =