“Quello a Grande Sud è un voto doppiamente utile: è un voto per la Puglia e il Salento, che avrò l’onore di continuare a rappresentare a Palazzo Madama, ma è anche un voto per il centrodestra, che ormai è in fase di sorpasso nella nostra regione.

I pugliesi stanno capendo: non cederanno alle sirene di Casaleggio e Grillo, che non hanno nulla da offrire, non si fidano più di Vendola del quale hanno potuto ammirare i disastri compiuti in otto anni di governo regionale, dallo sfascio della sanità al lavoro che non è stato in grado di garantire, fino  alle gravi colpe sul caso Ilva. Vendola ha pensato bene di scappare dalla Puglia e da questo disastro lanciandosi come leader nazionale, un leader che quando si trova davanti agli italiani racconta in tv la Puglia come il paese delle meraviglie, ma così purtroppo non è. La gente sta capendo che la fuga di Vendola e di molti dei più importanti assessori regionali verso Roma, altro non è che l’ammissione di un fallimento. Il centrodestra in Puglia vincerà la competizione elettorale, con buone possibilità di spuntarla anche a livello nazionale. Il voto dei pugliesi servirà anche a spazzare via questa triste e sconsolata parentesi vendoliana. C’è una Puglia migliore, ma non è quella di Vendola.” Lo afferma la senatrice di Grande Sud, capolista al Senato in Puglia, Adriana Poli Bortone.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.