A tempo di record trovano soddisfazione, le richieste forti delle centinaia di giovani studenti dell’Istituto “Moccia” di Nardò, che appena prima di Natale avevano rappresentato al Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone tutte le loro difficoltà didattiche e di utilizzo degli ambienti scolastici

delle due strutture, quella centrale e quella distaccata, con gravissime carenze strutturali. Carenze che sono state considerate allo stesso modo gravi dalla Giunta Provinciale guidata dal Presidente della Provincia, che già oggi ha approvato un maxi-finanziamento di 1 milione e 200mila Euro per il completo rifacimento e la messa a norma delle sedi di Via Bonfante e Via Bologna, a Nardò. La Provincia di Lecce, pur nell’esiguità degli spazi di movimento all’interno del noto patto di stabilità, ha scelto di dare massima priorità alla realizzazione dei lavori, con l’individuazione di somme rinvenienti da precedenti risparmi e economie in altri lavori pubblici, un piccolo “salvadanaio” che la Provincia di Lecce ha inteso investire immediatamente, approvando la delibera di Giunta Provinciale presentata dall’Assessore Provinciale ai Lavori Pubblici Massimo Como.
“Quella di Nardò – hanno spiegato Gabellone e Como – è una realtà viva, splendida, piena di risorse per il futuro dei nostri giovani e per la loro formazione professionale”. “Le problematiche che i ragazzi mi hanno illustrato durante la mia visita – ricorda ancora GABELLONE – non hanno lasciato la Provincia indifferente, anzi ci hanno spinto ad approvare nell’immediato e con un tempismo che ci fa onore un intervento a risoluzione dei problemi strutturali, nei laboratori, di vivibilità dei bagni, dei locali adibiti a punto d’incontro ed Aula Magna, di miglioramento di tutte le strutture per la sicurezza dei nostri figli”.
“Un impegno che continua e si intensifica sulla realtà di Nardò, da sempre al centro dei pensieri della Provincia di Lecce”, ha ricordato il Consigliere del Collegio neretino Mino FRASCA. “Un impegno, quello di Gabellone e Como e mio personale – prosegue Frasca – che ha consentito di investire solo su Nardò e le sue marine, in 3 anni di Amministrazione Gabellone, oltre 20 milioni di opere pubbliche. Nei prossimi mesi toccherà alla riqualificazione del centro urbano, con la Provincia che finanziariamente si sostituirà al Comune per un complessivo ammodernamento di tutto il bellissimo centro storico di Nardò, mentre sul fronte strade ora tutti li sforzi dell’Amministrazione Provinciale si concentrano sulla prossima realizzazione della Tangenziale che collegherà in sicurezza Nardò e Galatone”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + quattordici =