Nuovo appuntamento per la 44° Stagione Lirica Tradizionale della Provincia di Lecce, venerdì 22 febbraio, al Teatro Politeama Greco,  partire dalle 20.45, con “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi, in replica anche al Teatro Verdi di Brindisi.

 

La Stagione lirica, che ha coinvolto molto positivamente scuole medie e istituti superiori, prova a portare la cultura della musica di tradizione anche fuori dal Salento, attraverso appuntamenti fuoriporta e gemellaggi con altre città italiane.

Il melodramma in tre atti, con le musiche di Giuseppe Verdi e libretto di Antonio Somma, sarà interpretato da Piero Giuliacci, nel ruolo di Riccardo, da Luciana Distante venerdì 22 e da Nunzia Santodirocco nella replica del 24, artiste scelte dal maestro Zigante in audizione.

La regia è di Carlo Antonio De Lucia, che ha scelto di dare vita ad uno spettacolo da gran teatro e non da teatro da tradizione, pieno di colori, scene in movimenti, balletti, con il coro, diretto magistralmente da Emanuela Di Pietro, che cambia spesso posizione.

Tutti gli elementi dell’opera convivranno in maniera armoniosa perché l’effetto finale sia circolare e compiuto, nel pieno rispetto della scrittura verdiana, con uno scambio continuo tra momento tragico e momento umoristico.

Non vi è scollamento tra gli atti e le scene, con un’orchestra ancora una volta magistrale, preparata e professionale, capace di imporsi nel panorama musicale italiano nonostante le difficoltà che vive a causa dei tagli.

Si terrà, inoltre, domani 21 febbraio, alla vigilia dell’opera, alle 18.30 nel Museo provinciale Sigismondo Castromediano, la conferenza introduttiva, tra quelle nel ciclo di approfondimento delle proposte della stagione lirica.

I cicli di incontri sono due: “Anteprima”, ideato dall’Associazione Nireo e coordinato dal critico musicale e vicepresidente della Fondazione Ico Tito Schipa e Nireo, Eraldo Martucci, e “Ouverture”, promosso dall’Associazione Amici della lirica Tito Schipa coordinata dal musicologo Maurilio Manca.

Domani i due cicli si uniscono idealmente per presentare l’opera verdiana, con la presenza eccezionale di Angelo Foletto, docente di Storia della musica, storia ed estetica musicale presso il Conservatorio di Milano e presso la Scuola Holden di Torino, critico musicale de La Repubblica e Presidente dell’Associazione Nazionale Critici Musicali. Foletto sarà a Lecce per la prima volta.

 

 

 

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + 6 =