”La lettera di Berlusconi che annuncia niente di meno che il rimborso dell’Imu 2012, scimmiottando un modulo ufficiale, è una truffa peggiore del contratto con gli italiani. Basta con gli inganni, le promesse, le bugie, la demagogia facile quanto pericolosa.

Basta con le frottole e le illusioni che ci hanno portato sull’orlo del baratro, da cui ci stiamo risollevando con molti sacrifici, quelli si’, veri. Credo che si possa imparare dagli errori e che di fronte alla crisi agli italiani meritino molta piu’ serieta”’. Lo ha detto Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato e capolista in Puglia, nel corso di una manifestazione elettorale in provincia di Lecce. ”Noi del Pd – ha proseguito Anna Finocchiaro – abbiamo di fronte un leader politico come Berlusconi che, ripresentandosi per la sesta volta alle politiche, denuncia addirittura il colpo di Stato contro il suo ultimo governo, sostiene di non aver mai commesso un errore quando ha portato l’Italia al rischio default, fa promesse senza copertura finanziaria come la restituzione dell’Imu, il condono tombale e, per l’ennesima volta, la creazione di 4 milioni di posti di lavoro”. ”Poi c’e’ Grillo, con gli oscuri candidati del Movimento 5 stelle, sconosciuti agli elettori neanche fossero tutti cloni del capo, che promette anche lui 1000 euro al mese per 3 anni per 3 milioni di persone disoccupate, senza spiegare dove e come prendera’ i 100 miliardi di euro occorrenti. Mi pare evidente che si tratta di demagogia a buon mercato – ha concluso Anna Finocchiaro – e che sull’economia, i giovani, le famiglie, il lavoro e tanto altro l’unica proposta seria, credibile, documentata e presentata in giro per l’Italia, con confronti sul territorio, sia quella del Partito Democratico e della coalizione di centrosinistra”.