La rassegna “Special Guest” ideata da h24 fabrìKa per questo appuntamento con la cura di Fulvia Perrone e Vittorio Tapparini -Ex Regia stazione Ippica- propone “ Identità Nascoste” di Dapne Cazalet”, a Lecce, venerdì 8 Febbraio, ancora una volta nella suggestiva location dell’atelier di Luigi Cannone.

Un nuovo appuntamento dunque per presentare alla Citta’ “Volti e Vite” di artisti attraverso le proprie opere ma sopratutto attraverso percorsi della Vita chi sono, come vivono, come lavorano.
Il tutto in un’unica serata, non abbastanza per conoscere l’ artista nel suo profondo, ma sicuramente sufficiente ad aprire una finestra sullo stato dell’ arte in questa terra al di la dei luoghi Istituzionali e delle convenzioni .
Un nuovo linguaggio per comunicare e far conoscere l’ arte contemporanea .
Non si puo’ non sottolineare il preciso intendimento da parte degli organizzatori di valorizzare la vita e le potenzialita’ dei “ nostri “ artisti e di tutti quelli che scelgono il Salento come terra effervescente e fucina dell’ arte .
Importante risulta la presenza all’ evento di artisti internazionali e il dialogo che ne scaturisce scambio dovuto e obbligato per una Citta’ che aspira a divenire Capitale Europea della Cultura ,cosi come la collaborazione tra artisti e gruppi di artisti di cooperare mettendo da parte individualismi e antiche “chiusure” per la crescita culturale del territorio .

In questo appuntamento Vi raccontiamo Il lavoro, e la vita di Daphne Cazalet per molti separate per lei un’unica cosa . Tutt’e due sono governate da una storia del sangue misto e dalla migrazione.

Nata in India, Daphne si è trasferita, con la famiglia, in Inghilterra quando aveva sette anni.

La storia di tante donne migranti di sangue misto che tendono a nascondersi per la “vergogna” di essere diverse, e per il desiderio di rivelare la sua forza interiore prima di sentirsi veramente pronta.
Trasferitasi in Australia ,Daphne , ha incontrato altre donne, come lei migranti e ancora donne dal passato difficile, dal futuro incerto le cui anime e corpi diventano protagonisti della pittura dell’artista Cazalet, pittura che vuol essere quasi un esorcismo per scacciare la sofferenza e il trionfo di una vita in esilio.
Adesso vive qui, nel Salento, nel paese di Castrignano Dei Greci.(Le) Ha portato con sè tutta questa esperienza di vita e tutta la sua abilità d’ artista .
Spesso nei suoi racconti riaffiora il Salento ammirata della sua cultura, la storia,
l’ ambiente in cui vive la “Gente” il popolo Salentino e nel racconto capiamo che qui per la prima volta dopo tanto “vagare” e’ giunta a casa. In fondo forse e’ quello che cercava, una terra che l’amasse e che l’amore fosse reciproco una bella storia d’amore insomma ricca di passione,emozioni,fantasia ,e piacevoli sorprese .

Ritorna a noi ancora Daphne Cazalet dopo l’ appuntamento “ Biennale del Salento “ 2012 edizione che l’ha vista tra le protagoniste della Rassegna insieme a Jhon Du Feu e altri nomi noti del Panorama Salentino .
Da cio’ comprendiamo il suo essere “ Salentina “ e Donna Internazionale. Ma soprattutto Daphne è un’ artista che ha scelto il Salento come terra da amare e vivere
CITTÀ: Lecce
PERIODO IN CUI SI SVOLGE L’EVENTO: 08-01-2013
LUOGO: h24 fabrìKa
TITOLO DELL’EVENTO: Special Guest – Daphne Cazalet
INDIRIZZO COMPLETO: Vico dietro spedale dei pellegrini 29/a (piazzetta Santa Chiara)
RECAPITI TELEFONICI: 388.7855764 – 329.6869850
RECAPITI MAIL: h24fabrika@gmail.com
SITO WEB: Fb h24 fabrìKa
ORARI: 20:00 – 23:00
VERNISSAGE: 8 febbraio ore 20:00
CURATORI: h24 fabrìKa – Gruppo Tracce- EX Regia Staz Ippica
ARTISTI: Daphne Cazalet
Ingresso gratuito

“h24 fabrìKa”
presenta
Special Guest
“ Identità Nascoste” di Dapne Cazalet
venerdì 8 Febbraio 2013 h.20.00
c/o
Atelier Luigi Cannone
Vico dietro spedale dei pellegrini 29/a
(nei pressi di Piazzetta Santa Chiara) Lecce

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 + 20 =