Dopo circa due mesi dal furto, è stato ritrovato il feretro di Mira Montinaro, figlia di Antonio Montinaro, imprenditore del consorzio Monticava Group e titolare di diverse aziende insieme ai fratelli, che era stato rubato  il 10 dicembre scorso dalla cappella di famiglia nel cimitero di Campi Salentina.

La mancanza di una richiesta di riscatto aveva convito i carabinieri a concentrare le ricerche nel cimitero. Il sopralluogo eseguito il giorno della scomparsa, infatti, aveva quasi certamente escluso che le spoglie della povera Mira fossero uscite dal luogo sacro. Ed è proprio nel camposanto, all’interno di una delle tante tombe vuote, che i militari della compagnia di Campi Salentina hanno rinvenuto la bara della sfortunata ragazza, comparsa il 16 giugno del 2000, all’età di 27 anni, a causa di un aneurisma.
Il paziente lavoro degli investigatori è stato premiato, dopo giorni e giorni di ricerche minuziose, svolte in orari tranquilli, di notte, senza la presenza di quanti si recano a visitare i cari estinti.
Il rinvenimento è avvenuto intorno alle 20.15 di oggi. Continuano le indagini dei carabinieri, per identificare e risalire agli autori del furto.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + cinque =