E’ Antonio Maggio, con il brano ‘Mi piacerebbe sapere’, il vincitore della sezione Giovani della 63/a edizione del Festival di Sanremo. ”Vorrei ringraziare tutte le persone che collaborano con me, ma il ringraziamento piu’ grande va a mio padre e a mia madre che stanno li”’

, ha detto Maggio subito dopo la proclamazione, indicando i genitori in platea all’Ariston. Maggio – autore del brano vincitore ‘Mi servirebbe sapere’ – ha vinto anche il premio della sala stampa radio-tv-web ‘Lucio Dalla’ Sezione Giovani, e con gli Aram Quartet e’ stato il vincitore della prima edizione di X Factor. Nato a San Pietro Vernotico (Br) nel 1986, vive a Squinzano, in provincia di Lecce.

Il brano vincitore e’ contenuto nell’album di esordio di Maggio, “Nonostante Tutto” (Universal Music Italia). Da fine febbraio l’artista sara’ impegnato in uno ‘store tour’ in cui presentera’ in acustico, piano e voce l’album: 26 febbraio alla Feltrinelli di Roma (via Appia Nuova 427), il 27 a quella di Genova (via Ceccardi, 16), il 28 in quella di Torino (Stazione Porta Nuova, 1) e il primo marzo in quella di Milano, in piazza Piemonte 2.

Nella serata amarcord, quella andata in scena ieri al Festival di Sanremo, è tornata sul palco anche la nostra Emma che con Annalisa Scarrone hanno interpretato un altro dei grandi successi sanremesi, “Per Elisa”, brano con cui Alice vinse il festival nel 1981.

Il sindaco di Lecce Paolo Perrone commenta la vittoria della 63esima edizione del Festiva di Sanremo “sezione giovani” del cantante salentino Antonio Maggio: “Già nel 2008 Antonio aveva regalato grandi emozioni alla nostra terra, con la vittoria del talent “X Factor” insieme al suo gruppo, gli Aram Quartet.
Ieri è tornato a fare un regalo al Salento, vincendo la “sezione giovani” della 63esima edizione del Festival di Sanremo. Voglio complimentarmi con Antonio, giovane e talentuoso salentino, che ha una strada tutta in discesa davanti e una voce che è il nostro grande orgoglio. Sbaragliando gli altri finalisti, ieri Antonio ha portato a casa un riconoscimento importante, che rappresenta per lui il migliore trampolino di lancio in assoluto.
“L’in bocca al lupo” fattogli in conferenza stampa, a Palazzo Adorno, insieme al presidente della Provincia Gabellone deve aver fatto il suo effetto.
Perché tutti noi abbiamo tifato per lui.
Bravo Antonio, continua così.”

Riproponiamo l’intervista registrata prima del Festival di Sanremo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − cinque =