La maxi operazione della Polizia Stradale contro le assicurazioni false o mancanti che ha coinvolto l’altro ieri sette regioni ha dato luogo a controlli mirati, coordinati dal Servizio Polizia Stradale, nelle province di Roma e Viterbo, l’Aquila e Pescara, Napoli e Salerno, Brindisi, Lecce e Taranto

, Cosenza e Reggio Calabria, Messina, Ragusa e Siracusa, Agrigento e Trapani. Chi circola con un veicolo senza assicurazione -ricorda la Polizia Stradale- oltre a dover pagare da 841 euro a 3.366 euro, avra’ il mezzo sequestrato. Di piu’, chi invece circola con documenti assicurativi alterati o contraffatti subira’ la confisca del veicolo; chi invece li ha materialmente contraffatti avra’ la patente sospesa per un anno. Spesso dietro i casi di pirateria si nasconde la mancanza dell’assicurazione e il conducente che scappa fugge da responsabilita’ patrimoniali a cui non riuscirebbe a far fronte. L’Ania, (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) collabora con il proprio personale degli Uffici Antifrode a cui gli operatori della Polizia Stradale si rivolgono per gli approfondimenti necessari e per avere un riscontro immediato nella specifica banca dati.

In provincia di Lecce sono stati controllati 409 veicoli, 6 documenti di circolazione  e 3 patenti di guida sono state ritirate. Complessivamente 11 veicoli sono stati sottoposti a fermo amministrativo a vario titolo.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.