Senza sosta la lotta alla droga dei carabinieri della Compagnia di Gallipoli, che nelle ultime ore ha portato all’arresto di Montefusco Francesco, 34enne originario di Nardò ma residente a Lido Conchiglie.

I carabinieri lo controllavano per le sue frequentazioni che lasciavano supporre un comportamento non proprio immacolato. Così oggi i militari in borghese lo hanno atteso fuori dalla sua abitazione, ben appostati tra le vie limitrofe; appena hanno visto arrivare in zona due soggetti conosciuti quali assuntori di eroina, parcheggiare sotto casa del Montefusco la loro autovettura ed effettuare lo scambio soldi/droga, li hanno avvicinati e, qualificatisi, li hanno immediatamente sottoposti ad un controllo rinvenendo, ancora nelle loro mani, due dosi, di circa due grammi ciascuna, di sostanza stupefacente. Immediatamente scattava il blitz presso l’abitazione del Montefusco che, visti i militari tardava ad aprire non permettendone il rapido ingresso e disfacendosi così della restante sostanza in suo possesso. Il Montefusco è parso da subito agitato per quanto i militari stessero facendo, segno che gli elementi in loro possesso erano giusti e che da lì a poco avrebbero probabilmente trovato quanto stavano cercando. Infatti, dopo che sulla sua persona sono stati rinvenuti 60 euro, proventi dell’ultima cessione hanno esteso le ricerche presso la sua abitazione, ed è proprio all’ interno di una credenza della cucina che è stato rinvenuto il bilancino di precisione con il quale suddivideva le dosi, nonché il materiale per il confezionamento delle stesse. Terminato di setacciare l’intera abitazione, con l’ausilio delle Unità del Nucleo Cinofili Di Modugno, appositamente intervenute per il predisposto servizio, lo hanno condotto presso gli uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile a Gallipoli e, sentito il Magistrato di turno, è stato dichiarato in arresto e condotto presso il carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.