Perse un dito della mano destra amputato da una macchina spaccalegna e l’operaio, Francesco Manca, 30enne di Leverano, per quell’infortunio decise di denunciare il proprio datore di lavoro.

Sul registro degli indagati fu così iscritto il nome di G. Z., 33enne di Leverano con l’accusa di lesioni personali colpose. Il sostituto procuratore, Paola Guglielmi, però, nei mesi scorsi, dispose l’archiviazione del procedimento perché “non sarebbero emersi elementi sufficienti per sostenere l’accusa in giudizio alla luce delle risultanze delle indagini svolte dallo Spesal”. Su opposizione dell’avvocato difensore del giovane lavoratore, il legale Marcello Rizzo, però, il gip Annalisa De Benedictis ha disposto un supplemento d’indagine affidato sempre agli ispettori dello Spesal rigettando, così, la richiesta di archiviazione presentata dal pm. Secondo quanto denunciato dalla parte offesa, il primo ottobre del 2011, Manca avrebbe raggiunto un fondo alla periferia di Leverano insieme al proprio datore di lavoro per tagliare un albero di ulivo caduto per terra. Secondo quanto denunciato dall’operaio, G.Z. lo avrebbe ferito azionando in modo maldestro la macchina spaccalegna elettrica provocandogli delle gravissime lesioni alla mano destra. Accompagnato in un primo momento presso l’ospedale di Copertino, il giovane venne successivamente ricoverato presso il “Vito Fazzi” dove fu sottoposto ad un delicato intervento nel reparto di chirurgia plastica. Le cause dell’incidente, secondo Manca, sarebbero state tenute all’oscuro e avrebbe anche subito una serie di pressioni del datore di lavoro affinchè raccontasse di essersi ferito da solo e in un altro podere. Manca, appena dimesso dall’ospedale, però, raggiunse gli uffici dell’Inail per comunicare l’infortunio e l’esatta dinamica dell’incidente. Subito dopo raggiunse gli uffici della caserma di Leverano per denunciare il proprio datore di lavoro consentendo così di avviare l’inchiesta che, nelle prossime settimane, potrebbe riservare ulteriori colpi di scena.

Alberto Capraro

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 3 =