È stato sorpreso mentre svaligiava l’abitazione e grazie alle foto segnaletiche è stato riconosciuto dai derubati. Così si sono aperte le celle di Borgo San Nicola per  Solazzo Antonio Fausto, 58enne di Carmiano.

Sono stati i carabinieri della Stazione di Leverano ad eseguire, nella giornata di ieri, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Solazzo è ritenuto responsabile del furto in abitazione, l’8.12.2012 in Leverano. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, rientrando a casa due coniugi avevano sorpreso all’interno della propria abitazione un uomo, mai visto, che si era subito dato alla fuga. Si era impossessato di ori e soldi in contanti per un valore complessivo di qualche migliaio di euro. Furono mostrate ai coniugi diverse foto di pregiudicati sospettabili, ma nessuno venne riconosciuto come autore del furto. La svolta è arrivata dopo il 16 dicembre, giorno in cui i militari della Stazione di Copertino, a seguito di perquisizione personale, avevano trovato l’uomo in possesso di “arnesi da scasso”. Da qui la decisione dei carabinieri della Stazione di Leverano di sottoporre un secondo fascicolo fotografico alla coppia, contenente la foto di Solazzo: riconosciuto senza ombra di dubbio. È stato quindi il manifesto pericolo di reiterazione del reato a convincere la Procura di Lecce a chiedere la misura cautelare in carcere. Nella notte Solazzo è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce