E’ stato processato per direttissima ed ha patteggiato una pena a sei mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 350 euro, Luigino Tondo, 36enne di San Cesario di Lecce, dinanzi al giudice del Tribunale, Francesca Mariano, con il consenso del pubblico ministero Elsa Valeria Mignone.

L’uomo, assistito dall’avvocato Diego Cisternino, per ora, rimane ai domiciliari. venne fermato mentre si aggirava nei pressi del campo sportivo di San Cesario di Lecce, sorpreso, poco prima dell’una, in flagranza di reato e fermato per tentato furto. All’arrivo dei militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, il vetro della finestra di un locale attiguo al campo di gioco era stata mandata in frantumi. Il 36enne, inoltre, aveva manomesso e forzato la porta di ingresso della struttura, dirigendosi verso la macchina distributrice di merendine e bevande, per recuperare il denaro custodito all’interno, senza riuscirci. Trovato in possesso di un attrezzo da scasso utilizzato per mettere a segno il furto, Tondo è stato ristretto agli arresti domiciliari.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + diciannove =