Torna per il terzo anno consecutivo “Fornelli Indecisi”, il ‘concorso culinario piu’ dozzinale d’Italia’. Iscrizioni aperte fino al 15 marzo. Casalinghe disperate, single buongustai, nonne con la frittura nel sangue, ammiragli in pensione, mamme con la polpetta facile, zii con il vizio della crostata

, quelli che dicono “non so chi sia Antonella Clerici”, quelle che pensano che “la Parodi era meglio cotta e mangiata”. – si legge nell’ironica presentazione dell’iniziativa – potranno partecipare a questo concorso dedicato a tutti tranne che ai cuochi o alle cuoche professionisti. Nessun limite di eta’, razza, religione bastano solo la passione per la cucina e la voglia di condividere i propri segreti. La cucina dozzinale – precisano i promotori di “Fornelli indecisi”, concorso nato dall’esperienza dell’omonimo gruppo su Facebook – non e’ di mediocre qualita’ ma una cucina semplice, fatta con ingredienti che si trovano in casa, basata sulle ricette tramandate dalle nostre nonne o frutto dell’improvvisazione del momento. Nelle prime due edizioni oltre 150 persone (dai 18 ai 90 anni) provenienti da tutta Italia hanno partecipato a questo concorso con l’unico obiettivo di divertirsi. Ogni candidato dovra’ mandare una mail (compilando il form disponibile sul sito www.fornellindecisi.it) entro e non oltre il 15 marzo 2013 a cucina@fornellindecisi.it con una ricetta di cucina dozzinale, con ingredienti e modalita’ di preparazione, una breve scheda di presentazione del candidato, un testo (diciamo, letterario, di al massimo 3000 battute) che illustri la ricetta, le sensazioni che il candidato prova (praticamente una traccia libera) e le motivazioni che hanno portato alla sua scelta, e una foto che immortali il partecipante con il piatto appena sfornato e allestito. Ogni candidato (anche a sua insaputa) potra’ partecipare ad una sola delle quattro categorie previste: antipasti (di mare o di terra); primi piatti (caldi o freddi); secondi piatti con contorno; dolci. Dalle parole poi si passera’ ai piatti. Nella prima fase di selezione la giuria (ancora in via di definizione ma sicuramente valida, simpatica, buongustaia e competente, presieduta da Pierpaolo Lala e coordinata da DonPasta), dopo una rigida scelta che terra’ conto della ricetta, del testo e della foto, decretera’ sei ricette finaliste per ciascuna categoria che parteciperanno alle ‘Primarie del centrotavola’ e verranno votate direttamente dal pubblico su facebook e via mail. Verranno cosi’ scelte tre ricette per ciascuna categoria che si sfideranno nella finalissima prevista per domenica 5 maggio alla Masseria Ospitale sulla Lecce/Torre Chianca (www.masseriaospitale.com) grazie alla collaborazione di Oronzo, Valeria e di tutto lo staff del ristorante. Nel corso della finale, i cuochi e le cuoche giunti alla sfida pratica dovranno cucinare la propria ricetta (aiutati da alcuni chef) e sottoporla a una giuria composta da esperti e da persone selezionate nel pubblico (in tutto una dozzina) che assaggeranno le dodici pietanze, decretando il vincitore per ogni categoria. Anche quest’anno e’ prevista una giuria tecnica di qualita’ che assegnera’ il premio della critica. Ovviamente tutti i partecipanti alla giornata (‘lunga come un matrimonio’) non resteranno a bocca asciutta ma degusteranno il pranzo preparato da Valeria, chef del ristorante. Una vera e propria festa della cucina. Ai vincitori andranno tanti onori e ricchi premi (in materie prime). “Fornelli Indecisi” e’ realizzato grazie alla collaborazione con Libera Terra di Puglia, Coldiretti Lecce, Movimento Turismo del vino, Masseria Ospitale, Cantele, Masseria L’Astore, Candido, Santi Dimitri, Royal Gelati, Birranova, Lupo Editore, quiSalento, Coolclub, Pazlab e molti altri partner, da un’idea del patron Pierpaolo Lala. Dall’esperienza di Fornelli Indecisi e’ nato “50 sfumature di fritto. Piccolo manuale untologico” (Lupo Editore). Il libro, giunto in circa un mese alla prima ristampa, raccoglie cinquanta ricette (rigorosamente fritte) pensate e scritte da una pattuglia di giornaliste e docenti universitari, casalinghe e pensionati, professori e professioniste, nonne e nipoti, mamme e figli, food blogger e appassionati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + venti =