Ha ottenuto gli arresti domiciliari Alessio Bellanova, il 30enne di Lecce, arrestato il 23 novembre scorso dai finanzieri della Compagnia di Lecce perché venne trovato in possesso di circa 100 grammi di cocaina all’interno della sua auto.

L’attenuazione della misura cautelare in carcere con quella meno afflittiva dei domiciliari è stata disposta dal gip Alcide Maritati e godeva del parere favorevole del pubblico ministero Francesca Miglietta. Il giovane venne fermato nella zona industriale di Surbo e il nervosismo tradito da Bellanova convinse gli investigatori ad effettuare un controllo in macchina trovando la droga. Il nome del 30enne è strettamente collegato alla gambizzazione di Davide Vadacca. Bellanova si trovava insieme al giovane leccese quando si verificò la sparatoria all’interno del distributore di benzina Esso. Inoltre Bellanova si è addossato la paternità dello stupefacente, un ingente quantitativo di marijuana, trovato in casa di D’Attis. Bellanova è difeso dall’avvocato Umberto Leo. 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sei − due =