attentato-brindisi-(1)Salta per la quarta volta l’audizione di Cosimo Parato, imprenditore di Torre Santa Susanna che fu vittima di un attentato dinamitardo del 2008, citato come teste nel processo per strage che si sta celebrando dinanzi alla Corte d’Assise di Brindisi a carico di Giovanni Vantaggiato. Parato ha presentato certificazione medica. Il suo legale, Raffaele Missere, ha ribadito quindi la richiesta di separazione del processo sull’attentato compiuto cinque anni fa nel brindisino da quello che riguarda la strage davanti alla scuola ‘Morvillo Falcone’. Si e’ opposto il pm della Dda, Guglielmo Cataldi e la Corte si e’ riunita in camera di Consiglio per la decisione. Per entrambi gli attentati si e’ autoaccusato Giovanni Vantaggiato. Quest’ultimo, imprenditore 69enne di Copertino (Lecce) e’ infatti unico imputato nel processo e ha ammesso le proprie responsabilita’ sia riguardo ai fatti del febbraio 2008, sia relativamente all’esplosione del 19 maggio scorso dinanzi alla Morvillo Falcone di Brindisi in cui perse la vita la sedicenne Melissa Bassi e rimasero ferite altre nove persone. Vantaggiato ha rinunciato stamattina ad essere presente in aula.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + dieci =