Gli ex calciatori Carlo Gervasoni e Almir Gegic si trovano in Procura a Cremona dove è cominciato un confronto tra i due su alcune circostanze contrastanti del loro racconto nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Gegic, serbo che ha giocato a lungo in Svizzera, e’ accusato di aver ”coperto” alcuni tra gli aspetti ”più sensibili” dell’inchiesta, in particolare la manipolazione di partita di serie A. E’ anche per questo che il giudice per le indagini preliminari di Cremona, Guido Salvini, ha respinto, di recente, la sua richiesta di scarcerazione. Il confronto verterà anche sui contatti per quanto riguarda Lazio-Genoa ”attivati via skype” da Gegic ”al fine di raggiungere poi Mauri” (Stefano giocatore della Lazio ndr). E anche sui 400mila euro che, secondo l’ex Piacenza Carlo Gervasoni, Gegic investi’ per Lecce-Lazio.