Insieme al complice, era riuscito a captare i codici Pin e le sequenze numeriche dei bancomat di diversi cittadini. Tornato in libertà dopo l’udienza di convalida dell’arresto, è stato rintracciato in Romania, suo paese natale, dove aveva provato a fare perdere le sue tracce. Ma gli agenti della Squadra Mobile di Lecce lo hanno rintracciato ed arrestato.

Si tratta di Daniel Costantin Zmaranda, 25enne rumeno, latitante dal 2 novembre del 2010. Il giovane è stato rintracciato mercoledì scorso in Romania ed estradato in Italia, grazie alla collaborazione con la polizia rumena, a seguito di mandato di arresto europeo.
Insieme ad un altro giovane, anch’esso di nazionalità romena, ma ancora latitante, il 25enne era riuscito, mediante un telefono cellulare occultato ed una piccola apparecchiatura attaccata in corrispondenza della fessura per l’inserimento delle tessere bancomat nella postazione di una filiale di un Istituto Bancario salentino, a procurarsi i codici di sicurezza e le sequenze numeriche di tessere bancomat, appartenenti ad ignari cittadini.
I due furono arrestati il 16 ottobre del 2010, in flagranza di reato, dagli agenti del Commissariato di di Galatina, mentre stavano captando i codici segreti presso una postazione bancomat della cittadina.
Dopo l’udienza di convalida dell’arresto, il Gip aveva rigettato la richiesta del Pm dell’applicazione di una misura coercitiva, rimettendo – di fatto – in libertà i due arrestati, che poi hanno deciso di fare perdere le loro tracce.
Nel frattempo sono continuate le indagini della Squadra Mobile, che hanno consentivano al P.M. di richiedere ed ottenere la misura cautelare in carcere. Gli investigatori, infatti, dopo aver effettuato ulteriori rilievi fotografici ed averli confrontati con i fotogrammi estrapolati in occasione dei prelievi fraudolenti, che hanno permesso di identificare gli stessi romeni, anche attraverso i tatuaggi e le cicatrici presenti sul braccio e sulla mano sinistra dei due, nonché le scarpe indossate dalla Zmaranda identiche a quelle rilevate in occasione dei prelievi illeciti. E intanto è caccia aperta al secondo latitante.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due + 8 =