foto repertorioIl Consiglio provinciale ha discusso il Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013, corredato dalla relazione previsionale e programmatica e dal Bilancio pluriennale 2013-2015, approvato con 23 voti favorevoli e appena 4 voti contrari del solo gruppo del Pd

 

L’ennesima presentazione di un bilancio definito “spartiacque” dall’Amministrazione di Palazzo dei Celestini, nasconde la volontà di Gabellone & Company di continuare a tartassare i cittadini, mantenendo ai massimi livelli la RC auto. Il documento contabile 2013 è in equilibrio precario, peggio: si mantiene in equilibrio finanziario grazie ad alcune alchimie contabili, hanno commentato a margine i componenti del gruppo Pd.

Per il presidente Gabellone, invece “chiunque si accosti a visionare i bilanci di previsione della Provincia di Lecce degli ultimi quattro anni non potrà che rilevare un deciso miglioramento strutturale e anno dopo anno della situazione sotto ogni punto di vista. Siamo una delle prime amministrazioni di Italia che arriva all’approvazione del bilancio: una bella immagine per il nostro territorio, segno e testimonianza di un gestione che ha fatto della trasparenza e della chiarezza il suo punto forte”.

Diversa la visione del gruppo di opposizione: “Ad oggi continuiamo a registrare una situazione di stallo nell’operazione di cartolarizzazione con il pagamento di interessi su un prestito di 6 milioni, necessario per pagare la 1^ rata di tale operazione ed il mancato incasso della 2^ rata di 4 milioni. Purtroppo, il centrodestra continua ad essere insensibile ai richiami fatti dal PD che proponeva: la maggiorazione oraria ai dipendenti part-time, il rimpinguamento del capitolo relativo alle manutenzioni stradali e soprattutto la riduzione dell’imposta RC auto, tanto odiata da tutti i salentini”.

Il Consiglio ha poi designato i due rappresentanti in seno al collegio di amministrazione del Consorzio Area Marina Protetta di Porto Cesareo, nelle persone di Antonio Basile e Alessandro My.

All’unanimità è stato approvato lo schema di protocollo d’intesa del progetto di miglioramento della qualità delle produzioni e delle capacità del vivaismo viticolo pugliese. Obiettivo del protocollo è quello di rilanciare e valorizzare le produzioni vivaistiche viticole pugliesi, e salentino nello specifico, attraverso la messa in campo di una serie di interventi che sono: promozione della costituzione di forme associate; ampliamento dell’offerta vivaistica; miglioramento della produzione e organizzazione di un sistema di controllo della qualità; definizione dei requisiti qualitativi e promozione della barbatella di Terra d’Otranto; formazione tecnica dei vivaisti.

Sempre all’unanimità, infine, il Consiglio ha approvato lo statuto della candidatura della Città di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019.

 

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × quattro =