“La Cgil Lecce si dichiara totalmente insoddisfatta per l’esito dell’incontro che si è tenuto oggi, 18 marzo, al Ministero dello Sviluppo Economico sul caso HDS, una delle aziende coinvolte nel processo di riconversione della Bat, ex Manifattura tabacchi, di Lecce e già collocati in mobilità per tutti i 20 lavoratori ricollocati in questa azienda.
Un incontro che era già frutto di un rinvio, richiesto dai titolari di Hds, i quali avevano dato l’idea, falsata, di poter giungere alla data odierna con una risoluzione.
Invece ci siamo trovati davanti a una non-proposta, a un piano privo di qualsiasi elemento di certezza per il futuro dei lavoratori, salvo il rischio concreto di escluderli da ogni percorso di riconversione, nonostante gli investimenti pubblici fatti per la formazione di questi lavoratori.
Tutto questo mentre constatavamo, con sufficiente stupore, che, al tavolo ministeriale, la BAT si faceva rappresentare dal proprio addetto stampa, con un ruolo meramente di rappresentanza e non di decisore.
Se qualcuno crede che questa vertenza debba diventare di secondo piano, sappia che il Sindacato lotterà finché non saranno rispettati e tutelati i diritti di tutti e i 20 lavoratori, nessuno escluso”.



CONDIVIDI