Il Teatro Paisiello di Lecce , nella serata odierna a partire dalle ore 21,00 , in occasione del ventennale della morte di Antonio Verri, uno tra i più importanti Poeti Salentini della seconda metà del Novecento, aprirà il sipario nella prima domenica di primavera, con il Recital “ Fabbricanti d’Armonie” .

“Fabbricanti D’Armonie” è un Recital ideato dal Regista Simone Franco, in cui i versi letterari , si mescolano alle note musicali originalissime, del compositore albanese Admir Shkurtaj alla fisarmonica, di Pier Paolo Leo, fabbricante e suonatore dell’Onde Martenot particolare elettrofono alla tastiera e di Pino Basile, fabbricante e suonatore di Cupa Cupa, antico tamburo a frizione, di origine popolare. Uno spettacolo che vedrà la voce del regista Simone Franco, riproporre citazioni dei versi di Verri , che troveranno fusione armonica, con il viaggio musicale proposto dall’Ensemble di musicisti.

Un appuntamento per celebrare l’opera generativa, mai scontata, originale e colma di neologismi che hanno reso la scrittura di Antonio Verri, energia capace di smuovere le acque stantie della letteratura salentina nel corso di quasi un ventennio, a partire dalla fine degli anni ’70, per arrivare al 1993, anno della morte dello scrittore. Antonio Verri ha saputo ridare linfa vitale al clima culturale del suo tempo. Un uomo importante per quello che ha scritto e per il modo con cui ha fatto e lasciato un’idea nuova, non referenziale della cultura. Si parla di Antonio Verri, come di un uomo molto generoso, magmatico e preda di un vortice creativo continuo. Verri ha preso per mano una generazione, conducendola verso la sperimentazione letteraria, raggiungendo degli esiti sorprendenti.

Il fatto che giovani registi come Simone Franco, cerchino ancora in Verri una fonte ispiratrice, rende il senso e lo spessore della sua anima creativa. Tra i tratti identitari riconducibili all’opera di Verri, significativi sono alcuni versi che rendono chiara la potenza innovativa, della sua parola e la battaglia personale, per la diffusione della letteratura: “Fatevi disprezzare, dissentite quanto potete/” – “fatevi un gazebo oblungo, amate/ gli sciocchi artisti beoni, i buffoni/ le loro rivolte senza senso/ le tenerezze di morte, i cieli di prugna/ le assolutezze, i desideri di volare, le risorse del corpo/i misteri di donna Catena./ Fate fogli di poesia poeti, vendeteli per poche lire!”.

Il Recital di Simone Franco, fa parte della Rassegna Teatro a 99 cent ed è promosso dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Spettacoli ed Eventi.

A.Q.

 

 

 

CONDIVIDI