Il sostegno di Sel al tentativo di Pier Luigi Bersani di far nascere un governo è “totale”. Ma l’impianto dell’esecutivo che il segretario del Pd si appresta a formare deve essere di “alto profilo e di grande cambiamento”. Il partito di Nichi Vendola ribadisce il suo appoggio netto al numero uno di Largo del Nazareno che ha ricevuto il pre incarico dal Capo dello Stato. Ed esclude che Bersani possa presentarsi in Parlamento per cercare una qualche sponda o forma di sostegno da parte del Pdl o della Lega. “I punti approvati a larga maggioranza dalla direzione del Pd sono chiari – dice un esponente di primo piano di Sel – ed escludono qualsiasi ipotesi che possa far immaginare un appoggio da destra, a partire dal conflitto di interessi e dalla legge sulla corruzione, ma anche sulle ricette di politica economica”. Il sottinteso e’ che Sel non accetterebbe una eventualita’ del genere e dunque la prospettiva su cui il partito di Vendola invita a lavorare Bersani e’ quella di una proposta rivolta ai parlamentari del Cinque Stelle. Un contatto con i grillini formalmente non c’e’, spiegano fonti parlamentari di Sel. Anche perche’ i parlamentari del Cinque Stelle continuano a ribadire la loro contrarieta’ a votare la fiducia a Bersani. Ma secondo le stesse fonti se venisse sottoposta ai deputati e ai senatori del movimenti di Grillo una piattaforma di riforme molto nette, a cominciare da quelle che riguardano i costi della politica (Sel ad esempio e’ farovole a eliminare del tutto il finanziamento pubblico ai partiti) sarebbe difficile rifiutare l’offerta di “un cambiamento vero e non a parole”. Ed e’ con lo sguardo rivolto a Grillo che Gennaro Migliore, capogruppo alla Camera, elogai il Capo dello stato, conferma il pieno appoggio a Bersani perche’, dice, “siamo certi che sara’ un percorso nel segno del cambiamento che il Paese aspetta”. Ma poi chiede che “le riforme, per troppo tempo terreno di scontro, divengano, invece, terreno di innovazione e di corresponsabilita’”. La posizione di Vendola, dunque, e’ di attesa: “Ora tanta tanta Italia attende con ansia e con speranza l’esito delle consultazioni del presidente incaricato – scrive il leader di Sel – Bersani ha la saggezza e il coraggio necessari a dare al paese una bussola e una rotta”. Domani una folta delegazione di parlamentari del Movimento di Grillo sara’ in Val di Susa per protestare contro la Tav. E a manifestare contro la costruzione della linea ad alta velocita’ sulla Torino-Lione ci saranno anche diversi esponenti di Sel. E quella potrebbe essere l’occasione per parlarsi.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.